Amianto Normativa

Amianto Normativa

22 Marzo 2021 Off Di Redazione

L’amianto è un materiale pericoloso per la salute e per l’ambiente e quindi in Italia, come in quasi tutto il resto del mondo, esistono delle normative che obbligano chi possiede questo materiale, sia sotto forma di lastre che di coperture, a valutarne il rischio, oltre che a tenere sotto controllo lo stato di degrado. Questa valutazione è obbligatoria, così come la rimozione nel caso in cui l’amianto presenti dei segni di sbriciolamento o di fratture che possono causare dispersione di polvere o di fibre nell’aria.

Qual è per l’amianto la normativa vigente? Vediamolo.

Legge Amianto: Cosa Dice La Normativa?

Il nostro paese prese per la prima volta posizione nei confronti dell’amianto nel 1992, grazie all’emanazione della legge 257, con la quale veniva vietata sia la produzione che la vendita dei prodotti contenenti amianto oltre che della sua estrazione a partire dal 1994. Nel corso di questi 2 anni sono stati erogati degli aiuti alle aziende che facevano uso di amianto in modo da attuare la riconversione della loro produzione ed anche i loro dipendenti tramite dei benefici previdenziali. Per quanto riguarda la bonifica dell’amianto, tutte le aziende devono essere iscritte ad un apposito albo nell’ambito del trattamento rifiuti. Oltre alla legge sull’amianto citata sopra, un DPR emanato nel 1994 ha reso obbligatorio il censimento di tutti gli edifici aperti al pubblico dove è presente l’amianto friabile.

Legge AmiantoQuesto censimento riguarda gli edifici pubblici, mentre per quelli privati l’operazione resta facoltativa. Se l’esame accerta l’esistenza di un pericolo di dispersione di polvere o di fibre si rende necessario un intervento di rimozione, il cui costo è a carico del proprietario. Oltre a questo, nel D.M.del 6/09/1994 è stato stabilito l’obbligo di un accurato programma di controllo e manutenzione per gli immobili nella cui costruzione è stato impiegato l’amianto, in modo da verificare eventuali segni di usura. Lo stesso decreto, essendo applicabile anche agli impianti tecnici, si estende quindi alle parti degli edifici nei quali l’amianto è stato utilizzato come isolante o come coibentazione termica. Visti gli elevati pericoli che l’amianto rappresenta per la salute delle persone, chi non rispetta queste normative viene punito con sanzioni molto rigide. Per eseguire una bonifica di amianto è necessario affidarsi ad aziende esperte del settore.

Hai delle strutture in amianto che devi smantellare a Milano e provincia? Rivolgiti al portale Discarica Milano e richiedi il servizio di smaltimento amianto a Milano: otterrai velocemente un preventivo gratuito per la bonifica in sicurezza!

Amianto Normativa: I Danni Per La Salute

Le polveri e le fibre di amianto, una volta disperse nell’aria, a causa della loro leggerezza vi rimangono presenti per lungo tempo e possono quindi essere inalate, con rischi molto elevati per la salute dell’uomo. Le fibre di amianto provocano infatti delle malattie che vengono alla luce non subito dopo l’inalazione ma dopo molti anni dal loro Amianto e Normativadeposito all’interno dei polmoni. Purtroppo l’amianto viene ancora utilizzato in diversi paesi del mondo, specialmente in quelli in via di sviluppo.

Vedi Anche:  Quali Sono i Migliori Veleni per Topi?

Anche negli Stati Uniti viene utilizzato amianto di una particolare tipologia, il “crisolito”, che è considerato innocuo, anche se la questione del suo utilizzo rimane aperta, con molti pareri discordanti. Il primo Paese che ha emesso una legge per proibire l’utilizzo dell’amianto, è stata l’Islanda con una legge del 1983. L’uso dell’amianto nella realizzazione di coperture dei tetti, sia degli edifici che delle fabbriche, nelle canne fumarie e nelle strutture portanti, oltre a causare pericoli per gli occupanti, si estende anche alle persone che abitano nelle vicinanze.