Come Funziona la Disinfestazione Insetti?

Come Funziona la Disinfestazione Insetti?

21 Luglio 2020 Off Di Redazione

Grazie alla disinfestazione insetti si possono eliminare infestanti che spesso arrecano danni alla salute e alle nostre case/strutture. E’ importante che, prima di scegliere che tipo di disinfestazione fare, sia sia a conoscenza della specie infestante con cui si ha a che fare.

LE SPECIE INFESTANTI STRISCIANTI

Come si Combattono le Pulci?

Tra le specie infestanti ci sono anche le pulci, da non confondere con le cimici da letto che vengono spesso chiamate le pulci del viaggiatore. Le pulci si trovano soprattutto negli ambienti come scantinati e solai e si combattono facendo particolare attenzione alla pulizia, rimuovendo rifiuti, polvere, ecc. Le pulci possono colpire anche l’uomo, soprattutto se quest’ultimo possiede un cane o un gatto. La pulce ha la forma schiacciata ed è di colore nero o marrone. Si aggrappa al pelo dell’animale e inizia a succhiarne il sangue dalla cute.

Le uova le depone principalmente nelle ore notturne. Le pulci possono sopravvivere anche in inverno e sono in grado di infestare tappeti, divani, cucce, ecc. Per capire se il proprio animale domestico ha le pulci, bisogna fare caso all’eventuale perdita di pelo. Di solito, poi, quando l’animale ha le pulci comincia a grattarsi e a mordersi nelle zone dove ha prurito. Le pulci più diffuse sono la Ctenocephalides felis, la Ctenocephalides canis e la Pulex irritans.

Dopo il morso di una pulce, si forma un piccolo puntino con conseguente arrossamento. Caratteristico anche il prurito che può essere “curato” con impacchi e pomate. Per eliminare le pulci dal cane o dal gatto si possono usare degli antiparassitari in gocce oppure con un collare antipulci che rilascia principi attivi che allontanano il rischio di pulci. Utile anche lo shampoo antiparassitario che si può applicare durante il bagno, strofinando e massaggiando le zone più critiche come genitali, collo, ventre e ascelle. E’ importante anche tenere pulita la casa e fare attenzione all’alimentazione dell’animale che deve essere sana in modo da rinforzare la sua cute.

Vedi Anche:  Quali Sono i Migliori Veleni per Topi?

Blatte e Formiche

Tra le specie infestati striscianti ci sono anche le blatte. La più comune è sicuramente la Blatta orientalis che preferisce gli ambienti freschi. Al contrario quella grigia (la blattella germanica) preferisce gli ambienti caldi e umidi mentre lo “scarafaggio americano” si trova soprattutto negli ambienti umidi. La disinfestazione delle blatte avviene principalmente il trattamento delle superfici, facendo attenzione ad eventuali fessure dove si nascondono i nidi di scarafaggi. In alcuni casi è necessaria anche una nebulizzazione finale con una forte azione abbattente.

Tra le specie infestanti striscianti le formiche che sono presenti in edifici di diverso tipo. Ce ne sono di diverse specie: quella argentina, la formica faraona, la formica rossa, la formica nera, ecc. In questo caso, si interviene con la distruzione dei nidi. E’ bene comunque avere dei comportamenti che possano prevenire la diffusione delle formiche. Non lasciare, quindi, residui di cibo e fare attenzione ad eventuali fori e fessure che possano facilitare il loro passaggio.

SPECIE INFESTANTI VOLANTI

Mosche e Zanzare

Fanno parte delle specie infestati anche gli insetti volanti. I più diffusi sono sicuramente le mosche e le zanzare. Nel caso delle mosche, si attua una vera e propria lotta residuale. Si posizionano punti di avvelenamento come trappole con un collante vischioso oppure con qualche alimento che possa attirarli.

Nel caso di insetti come le larve, invece, si può anche ricorrere a tecniche che prevedono la penetrazione di prodotti liquidi nell’area. Per quanto riguarda le zanzare, si agisce principalmente sugli individui adulti. Quando si parla di zanzare, ci si riferisce anche alla zanzara tigre, originaria del sud-est asiatico e che, con il passare del tempo, si è diffusa anche in Europa.

Vedi Anche:  Smaltimento Pallet: Come Funziona?

Prima di ricorrere alla disinfestazione vera e propria, è bene attuare dei comportamenti per allontanare le zanzare. A tal proposito, si possono coltivare delle piante anti-zanzare che costituiscono un ottimo repellente. La più nota è sicuramente la citronella. Si tratta di una pianta che può raggiungere un metro di altezza. Il suo odore ricorda quello del limone e si trova in piccole quantità anche in candele usate per allontanare le zanzare.

Altre Specie Infestanti: I Roditori

Tra le specie infestanti più pericolose ci sono sicuramente i roditori. In particolare ci sono i topi campagnoli che possono essere allontanati con l’uso di diserbanti o esche con esche anticoagulanti. Per quanto riguarda i topi selvatici, invece, si può ricorrere con esche a bassa tossicità.

Sui topi comuni, che sono di piccole dimensioni, si possono usare delle esche, oltre che realizzare di sbarramenti e sigillature atte ad eliminare le aree di rifugio. I roditori possono essere molto dannosi per la salute. Possono trasmettere malattie molto gravi come la peste, la salmonella, leptospirosi, colera e tifo murino. Ma non solo. I tipi possono portare anche danni a cavi elettrici, vestiti, ecc.

Tra le tante aziende italiane che si occupano dell’eliminazione delle infestazioni c’è Disinfestazioni Caserta!